Il cucciolo entra nella nostra vita

IL CUCCIOLO ENTRA NELLA NOSTRA VITA

 

 

Quando un cucciolo entra nella nostra vita porta un cambiamento significativo delle nostre e delle sue abitudini, quindi occorre da subito accoglierlo nel miglior modo possibile, ed ecco alcuni consigli:

  • L’arrivo del cucciolo deve avvenire quando ha compiuto almeno il 60° giorno di vita, con somministrazione del vermifugo fatta e un vaccino.
  • La separazione dalla madre e dai fratellini: il viaggio e l’inserimento in nuovo ambiente sono un’importante fonte di stress per il cucciolo, perciò diamogli la possibilità di adattarsi con tranquillità facendogli annusare i luoghi, senza soffocarlo con eccessive attenzioni e abituandolo gradualmente a stare anche solo.
  • Incoraggiamolo ad alimentarsi, a volte il nuovo arrivato tende a disidratarsi, perché in alcuni casi per un breve periodo il cambiamento di ambiente al piccolo può portare ansia e paura, meglio quindi portarlo ad un controllo dal nostro veterinario di fiducia nei primi giorni di permanenza, seguendo i suoi consigli.
  • Rendiamo la nostra casa sicura per il cucciolo, tenendo fuori dalla sua portata ogni materiale che può essere pericoloso come piante, prodotti per la pulizia della casa o del giardino o piccoli oggetti che possono essere ingeriti, particolarmente attenzione va fatta per stracci e spugne.
  • Evitiamo di farlo vagabondare liberamente ed incustodito sia fuori che dentro casa. All’esterno un recinto lo proteggerà da incontri indesiderati con altri animali, lo terrà lontano dal passaggio delle automobili o da altri pericolo. All’ interno della casa da subito non deve entrare dove il nostro amico non dovrà entrare in futuro, e fargli capire dove deve mangiare e dove dormire.
  • Seguiamo i consigli del nostro veterinario di fiducia, per quanto riguarda l’alimentazione, le cure, la prevenzione e attenzione a parassiti interni e esterni…..

Inoltre da bravi leader faremmo capire al nuovo arrivato che noi gestiamo il cibo, il gioco e quanto di più divertente, così  l’attenzione si canalizzerà su noi umani.

 

 

 

Posted by
Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *