Cane, un regalo? di razza o meticcio? pensiamoci

Cane, un regalo? di razza o meticcio? pensiamoci

 

Una volta fatta la tua scelta di prendere un cane sorge l’interrogativo ma è meglio un  meticcio o un cane di razza? L’esigenza di chi adotta un cucciolo è sapere quale mole avrà , che tipo di pelo, il suo carattere e le necessità motorie. Inoltre ci sono le responsabilità nei confronti del suo nucleo familiare o delle persone che frequenta. Quindi inizio a darti  qualche informazione sui cani di razza, perché sono quelli a volte, di cui si sa meno e soprattutto  è difficile capire a chi rivolgersi. Allevare è un’arte che richiede impegno, costanza e profonda conoscenza dei cani che intendiamo accoppiare e pregi e difetti dei loro progenitori .Non è semplice fissare determinate caratteristiche rispetto alle altre ed avere quell’ intuito dettato dall’esperienza e da un’ istinto innato che permette di far nascere cani “tipici” cioè sani,  e almeno vicini allo standard per morfologia e carattere, quindi in grado almeno di condividere una serena quotidianità con chi l’adotterà.

Un cane adottato da un allevatore serio  e specialista di razza, comporta un certo investimento, ma se tieni conto delle garanzie sanitarie e di imprinting sul cane e del fatto che ti consente di portare a casa un essere vivente sano e che può crescere come desideri, tale investimento è ben ricompensato. Un allevatore, che cerca di dare alle famiglie un essere vivente sano ed equilibrato da amare, rilascia tutti i documenti del cane sia sanitari che il pedigree, in quanto per le normative vigenti non si possono chiedere compensi per cani sprovvisti di tale documento ,  e non può certo competere con la concorrenza sleale a discapito delle vite e della salute dei piccoli e delle buone intenzioni delle famiglie in cui andranno  a vivere. Quando paghi una certa somma di denaro ad un allevatore, stai pagando la selezione, perché i riproduttori hanno partecipato ad eventi sportivi, a esposizioni di bellezza, a raduni speciali dedicate alla razza,  i test morfologico caratteriali previsti a seconda delle razze, controlli in merito a patologie ereditarie e varie, il mantenimento della cucciolata, i controlli veterinari della madre pre e post parto, l’imprinting dato alla cucciolata, non il cucciolo che è un essere vivente. Se poi non hai delle esigenze specifiche e desideriamo un compagno di vita da inserire in famiglia, puoi andare a prendere un meticcio da un privato, o in un canile, ti darà comunque tante soddisfazioni e se vorrai praticare con lui anche qualche disciplina sportivanel rispetto delle sue attitudini, puoi farlo comunque. Nel caso dei cani presi al canile le spese di mantenimento e gestione , sono sostenute dallo Stato cioè dai contribuenti, nel caso di associazioni private dai contributi volontari di appassionati e sostenitori di questo servizio offerto alla società. Evita di farti intenerire dall’accattivante foto del cucciolo bellissimo o dal pensare di fare una buona azione perché hai “salvato” un cane dal canile.

L’adozione di un cane da un canile o da un allevamento, deve essere un gesto consapevole, perché del cuccioletto con il musetto tenero e simpatico, ti rimarrà il ricordo e presto ti troverai davanti un essere vivente che ha delle esigenze sue specifiche di comunicazione, relazione e attività psicofisica. Il tuo amico a quattro zampe starà con te in ogni circostanza, spero farai altrettanto.

Posted by
Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *